domenica 30 aprile 2017

SCUOLA: luoghi dell'astronomia - Padova, Rovereto e Monte Zugna (Tn), San Marino di Bentivoglio (Bo)
























                           Cos'è un Planetario?

E' una struttura che permette di riprodurre un cielo realistico in una stanza, proiettando i diversi oggetti celesti e i loro moti apparenti.

E' possibile osservare:
- il percorso diurno del Sole, dall'alba al tramonto
- l'arrivo della notte e la comparsa delle stelle
- l'effetto della rotazione della Terra a diverse latitudini
- le stagioni astronomiche
- l'esplosione di una supernova
- la forma e il moto di una galassia simile alla Via Lattea
- le costellazioni dello Zodiaco
- i pianeti del Sistema solare e la Luna

                                                                                                                                          Ma chi ci è stato, aggiungo, sa che un planetario è molto di più, è una magia anche per i grandi, non solo per i piccoli, è la possibilità di entrare per una mezzora o un'ora nell'universo, restando seduti in poltrona (o anche solo su panchette di legno, la magia non cambia), ed essere proiettati in mezzo alle stelle senza disturbi tipo luci, inquinamento, rumori, suoni.... tutto bello, nitido, accogliente e avvolgente...                                                                                                                                                                                            ...già anche solo l'inizio, quando si chiude la porta e molto gradualmente si abbassano le luci per abituare gli occhi alla riduzione di luminosità, e arriva il crepuscolo e si stagliano nettamente i profili delle montagne dove si vive oppure l'orizzonte della campagna dove ci si trova (perché per chi non lo sapesse, ogni planetario riporta esattamente all'orizzonte visivo la conformazione del territorio ove è inserito) .... già quella è una magia emozionante.....                                                                                                                                                                                                                                            ....e quando l'operatore che muove la magia è bravo, si parte con l'ipervelocità, il salto nell'iperspazio, a velocità di curvatura.... engaged! attivare! Assicurato, provare per credere...                                                                                                                                     


----------------------------------------------------


Sezione Scuola - un'esperienza da provare:
il "laboratorio Solare" 
del Planetario di Padova

Per scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado. Anche per pubblico e gruppi.
Il Laboratorio Solare si divide in due parti:


1) 20 minuti di presentazione in cupola, con proiezioni dove, giocando con la luce e i colori, si mostra in modo semplice e diretto come da questa si possano ottenere informazioni sul Sole e le stelle
2) 1 ora circa di osservazione diretta del Sole, in piena sicurezza, con gli strumenti del Planetario.

Strumentazione utilizzata:

- Spettroscopio solare per l'osservazione diretta dello Spettro visibile del Sole con le numerosissime righe di assorbimento (Righe di Fraunhofer)

- Telescopio riflettore da 5 pollici con filtro solare (Astrosolar) per l'osservazione in 'Luce Bianca' delle Macchie Solari e delle Facole.

- Telescopio rifrattore con filtro H-Alpha per l'osservazione della Cromosfera del Sole e dei fenomeni come le Protuberanze, Filamenti, Macchie Solari e Regioni Attive.

Tutti gli strumenti in dotazione, per l'osservazione del Sole, rispondono agli standard internazionali di sicurezza. In Planetario di Padova è possibile visionare la documentazione relativa alle caratteristiche tecniche e di sicurezza degli strumenti in uso.


Consigliato per:
Tutti

Durata:
Circa 1 ora e 1/2

Contenuti:
- Luce, colori, filtri
- Oscuramento al bordo solare
- Macchie solari e loro morfologia
- Facole
- Protuberanze
- Filamenti
- Spettro solare
- Righe di Fraunhofer e gruppi caratteristici di righe

Obiettivi:
- Acquisire qualche elementare nozione sulla luce, lo spettro elettromagnetico, la percezione
- Sperimentare l'osservazione di fenomeni fisici riguardanti il Sole
- Comprendere l'importanza della luce e della radiazione elettromagnetica quale veicolo di informazioni relative ad ogni corpo celeste, che ci consentono di comprendere il Cosmo


----------------------------------------------------


L'offerta didattica del 
Planetario di Rovereto (Trento) - 
Fondazione Museo Civico


Perché proprio Rovereto? Semplice, perché è la mia città natale ed anche la città dove ho trovato il mio amore.

E' possibile scaricare dal Sito del Museo un libretto in lingua italiana che fornisce tutti i dettagli della didattica svolta dal Museo, di cui farò qui solo un breve riepilogo per chi fosse interessato.

Nel libretto sono elencate
diverse proposte 
molto interessanti per la Scuola dell'Infanzia, le elementari, medie fino ad arrivare a consulenze per le tesine sia di 3^ media che di maturità a carattere astronomico.

La Sezione Astronomia ha a disposizione il Planetariol'Osservatorio Astronomico di Monte Zugna e Sperimentarea; in ognuno di questi luoghi è possibile svolgere attività didattiche mirate ed adeguate al diverso grado di scolarizzazione.

Le proposte, a seconda dell'età dei bambini e del grado scolastico frequentato, durano da 1 ora fino alle 3 ore nel caso di attività motorie associate. Qualche esempio:

*Il Sole e le sue magie
Il percorso porterà i bambini a scoprire alcune caratteristiche del Sole e cosa “il Sole fa alla Terra” attraverso un racconto con protagoniste le tre amichette Lalla, Unghi e Chinalù.

*Il cielo tra le dita
Il cielo attorno a noi è in continuo mutamento: si rischiara, si illumina, si oscura, mentre Sole, Luna e stelle compiono in esso, quasi come in un immenso palcoscenico, le loro evoluzioni. Attraverso la mimica, la gestualità, la musica, il canto e con un divertente tecnica di memorizzazione, bambini e bambine, a bordo della navicella spaziale “Fantasia”, potranno scoprire, riconoscere e ricordare molti di questi scintillanti personaggi che, da tempi immemorabili, partecipano alla rappresentazione.

*Un mondo di colori
ll percorso porterà i bambini a indagare i diversi modi in cui appare il mondo in cui viviamo, al variare dei momenti della giornata: alba, dì, tramonto, notte, attraverso una storia narrata dentro il planetario. Seguirà un’attività di laboratorio artistico, con l’intento di favorire la creatività, la riflessione e l’elaborazione su quanto appreso. In collaborazione con la sezione Astronomia

*A spasso tra i pianeti
I bambini saranno guidati alla scoperta dei principali oggetti del Sistema Solare.
Da associare ad una attività pratica/motoria:
• Girotondo dei pianeti
I bambini saranno coinvolti in un gioco motorio in cui si rappresenta il Sistema Solare.
• Costruiamo il nostro sistema solare
Durante l’esperienza verrà realizzato dai bambini un modello del Sistema Solare da tenere in classe.

Per le ultime classi elementari, la scuola secondaria di 1° e 2° grado sono possibili poi diverse modalità di svolgimento delle lezioni di astronomia:
- lezione al Planetario
- lezione al Planetario e successiva lezione teorica a tema con supporto di power point
- lezione al Planetario e successiva visita guidata ad "Un giro cosmico" con approfondimento di un tema a scelta

E poi i fantastici laboratori creativi per le classi elementari, realizzati con materiali facilmente disponibili:
- zuppa di stelle: le costellazioni in barattolo
- a ognuno il suo pianeta
- sistema solare da tavolo
- meridiana tascabile
- l'eclissi in una mano
- una luna tutta mia
- dalla terra alla luna

Infine le attività osservative presso l'Osservatorio Astronomico di Monte Zugnadestinate alla scuola primaria (classi V), alla scuola secondaria di 1° e 2° grado:

- una giornata con il Sole (che prevede tra l'altro osservazione delle macchie e dello spettro e delle protuberanze solari)
- osservazione serale sul Monte Zugna
- due giorni sul Monte Zugna (esperienza residenziale per approfondire i temi dell'astronomia, delle scienze naturali e della storia)
- sul Monte Zugna (un'uscita di un'intera giornata in collaborazione con il Museo della Guerra per visitare i resti di costruzioni militari,trincee e postazioni di artiglieria, e poi dedicarsi all'Osservatorio Astronomico)


Due parole sull'Osservatorio sul monte Zugna, dove si possono vivere esperienze residenziali.

L’Osservatorio Astronomico della Fondazione Museo Civico di Rovereto è situato sul Monte Zugna a circa 1.620 m di altitudine e dispone di una  cupola di 4 metri di diametro all’interno della quale si trovano
3 telescopi:

- il principale, con uno specchio primario di 50 cm di diametro, dedicato soprattutto alla ricerca e all’osservazione di oggetti deboli

- un rifrattore del diametro di 18 cm, adatto in particolare all’osservazione della Luna e dei pianeti

- un altro rifrattore del diametro di 10 cm dotato di un filtro H-alpha, usato esclusivamente per l’osservazione del Sole.

Oltre agli strumenti presenti nella cupola l’Osservatorio è dotato di un telescopio solare, il "celostata", che consente di osservare il disco solare – con le eventuali macchie - e lo spettro della luce del Sole.
Privati, gruppi e scolaresche, possono richiedere osservazioni sia diurne che serali.







Dicevo che si possono vivere esperienze residenziali in quanto vicino all'Osservatorio si trova il Rifugio monte Zugna, ed ecco solo per informazione la breve descrizione riportata sul sito:
"...al piano terra, Bar e sala ristorante da 90 coperti. Al primo piano 2 camerate da 14 e 12 posti su letti a castello e 6 stanze dai 2 agli 8 posti. Al piano seminterrato un magazzino per le moto e gli sci.
Il rifugio è dotato di radiotelefono e di rete WI-FI , il riscaldamento viene assicurato da stufe a legna il cui combustibile viene ricavato dall’annuale pulizia dei boschi, l’energia elettrica viene fornita da un grande impianto fotovoltaico, l’acqua utilizzata è quella piovana debitamente trattata , tutto ciò rende la struttura altamente ecocompatibile."

----------------------------------------------------


Infine, ecco la foto di un modellino piuttosto grande di sezione del Sole in occasione della "Giornata del Sole" tenuta presso Villa Smeraldi a 
San Marino di Bentivoglio (Bologna) nel 2008.
























Riporto un estratto di questa manifestazione che si è tenuto negli anni 2008 e 2010:
"Domenica 8 giugno 2008 Villa Smeraldi di San Marino di Bentivoglio -sede del Museo della Civiltà contadina- ospiterà  il 'Giorno del Sole', una grande festa astronomica dedicata a grandi e piccoli, che dalle 16 a notte fonda offrirà a tutti la possibilità di improvvisarsi scienziati per un giorno.

L'iniziativa si colloca come ponte tra l'Anno eliofisico internazionale - celebrato l'anno scorso (2007) - e l'Anno Internazionale dell'Astronomia - che si celebrerà l'anno prossimo (2009) nel 14° anniversario dal puntamento del telescopio di Galileo.

Guardando la mostra dedicata all'origine ed evoluzione del Sistema solare e percorrendo il sentiero che ricostruisce il Sistema solare in scala sarà possibile:
- conoscere curiosità sulla vita dei pianeti che orbitano attorno al Sole
- imparare cosa mettere in valigia per raggiungere in pochi minuti-luce posti e situazioni da sogno
- vedere grandi uragani, farsi accarezzare da venti che raggiungono i 2.000 chilometri all'ora e passare attraverso 64 lune 
- ma soprattutto si potrà conoscere e vedere con telescopi il Sole, che, astronomicamente parlando è a due passi da noi, ad appena 150 milioni di chilometri dalla nostra Terra. 

Conoscere il Sole significa conoscere le stelle: giovani e vecchie, giganti e nane, caldissime e quasi fredde, massicce e leggere, luminose e quasi oscure che, assieme alle nebulose, le galassie e i buchi neri popolano l'universo: una visita al percorso delle potenze di dieci permetterà di conoscere le dimensioni dell'universo e conoscere la sua età.

La bilancia cosmica darà il peso del corpo dei visitatori sulla Terra e sugli altri pianeti. Inoltre, una mostra di orologi solari  farà scoprire come il Sole, oltre a darci la vita, con l'ombra di un semplice bastone ci abbia dato il primo sistema di misura del tempo, lo gnomone

Gli astronomi guideranno il pubblico alla comprensione del cielo usando anche nel planetario montato per l'occasione in una sala di Villa Smeraldi per scoprire insieme i principali fenomeni osservabili durante l'anno, le costellazioni del mese, le eclissi di Sole e di Luna e tanto altro... 
E in attesa del buio, un intervento teatrale-musicale e la possibilità di mangiar qualcosa prima che un raggio laser, usato come una bacchetta magica, permetta di fare la conoscenza con le stelle del Triangolo estivo - Deneb, Vega, Altair - con le costellazioni - con nomi che evocano la mitologia greca - e persino con i satelliti artificiali, che in grande numero viaggiano ai confini della Terra."



Bene, eccoci giunti alla fine di questo post.
Col tempo seguiranno altri post dedicati alla Scuola, ai contributi di voi insegnanti su argomenti e laboratori di astronomia, oppure alle varie strutture sul territorio che si occupano del Cosmo.
Grazie per avermi seguito fino a qui. E' sempre assolutamente un piacere.


Siti di riferimento:

http://www.planetariopadova.it/
http://www.museocivico.rovereto.tn.it/planetario
http://www.museocivico.rovereto.tn.it/osservatorio
http://www.cittametropolitana.bo.it/portale/Engine/RAServePG.php/P/713810010400/HH/1
http://www.comune.bentivoglio.bo.it/servizi/eventi/cerca_fase03.aspx?id=339&mp=1&meseselezionato=9&annoselezionato=2016
http://www.museociviltacontadina.bo.it/Engine/RAServePG.php/P/250011340503/T/Home
http://www.bo.astro.it/universo/archivio/2008.06.08-sole-smeraldi/paginaa.html

0 commenti:

Posta un commento

Condividi

 
Copyright © a piedi nudi nel Parsec. All rights reserved.